swiss_re_coverDa tempo le economie industrializzate stanno registrando una crescita senza precedenti del rapporto tra popolazione anziana e popolazione in età lavorativa, dovuta alla diminuzione della fertilità, all’allungamento della vita media e, in misura minore, all’avvicinarsi dell’età pensionabile per la generazione del baby boom.
E’ indubbio che i sistemi pensionistici di tutto il mondo non siano riusciti ad adattarsi adeguatamente al cambiamento della struttura demografica della popolazione e che continuare a fare affidamento sulla solidarietà tra generazioni, come è stato fatto finora, non sia più un’opzione realistica.
Il progressivo ridimensionamento del welfare pubblico renderà necessario incanalare crescenti risorse verso il mercato dei capitali per provvedere alle esigenze di pensionamento. Sarà quindi fondamentale risparmiare sempre di più, in virtù del principio che più a lungo si vive e maggiori saranno le risorse utili a garantire, dopo il pensionamento, un tenore di vita inalterato, nonché un sostegno adeguato alla salute dell’individuo.

Le principali preoccupazioni che spingono all’acquisto di una copertura assicurativa

swiss-re-graficofonte: “European Insurance Report 2012“, Swiss Re

L’invecchiamento della popolazione potrebbe infatti contribuire ad incrementare significativamente le spese di assistenza sanitaria, nell’ipotesi che malattie e invalidità si concentrino nelle età più avanzate. Considerando che tra i rischi maggiormente percepiti dalla popolazione italiana come fonte di incertezza economica e minaccia per la famiglia vi sono l’insorgenza di una malattia grave e la necessità di assistenza di lungo termine (“European Insurance Report 2012”, Swiss Re) è legittimo aspettarsi una crescita della domanda di protezione assicurativa.
Per contro, l’innovazione tecnologia in ambito sanitario potrebbe migliorare sensibilmente le modalità con cui invecchieremo e ci cureremo nei prossimi decenni. Lo sviluppo di un’assistenza medica personalizzata in base al proprio profilo genetico, la diffusione di strumenti di auto-monitoraggio o sensori che trasmettono dati sanitari in tempo reale avranno il potenziale di rendere assicurabili anche fasce d’età che tradizionalmente vengono escluse dall’attuale offerta di prodotti assicurativi.
Il mercato assicurativo ha di fronte a sé grandi opportunità di trasformazione e sviluppo. Non ha ancora conquistato pienamente la fiducia del consumatore ma può diventare il principale riferimento per colmare il crescente bisogno di protezione. E’ dunque opportuno guardare con urgenza all’innovazione dei prodotti assicurativi, affinché rispondano in maniera più concreta e semplice alle future necessità del potenziale acquirente, offrendo una reale soluzione ai suoi bisogni di integrazione del welfare.
Stimolare la domanda di protezione assicurativa, in una fase di contrazione dei redditi e dei risparmi, rappresenta una sfida impegnativa.
L’offerta di nuovi prodotti dovrà orientarsi sempre più verso soluzioni che siano modulabili in base alle diverse capacità di spesa del consumatore e che siano quindi accessibili per tutte le tasche.

Sarà altresì importante utilizzare strumenti di comunicazione chiari ed efficaci, rendendo la documentazione contrattuale più trasparente e comprensibile, nonché adottare processi più snelli nell’assunzione dei rischi.

a cura di SWISS RE