afi esca logo

Ha chiuso i battenti la Convention 2016 di Afi Esca, che si è svolta lo scorso 6 ottobre a Milano e il bilancio è anche quest’anno più che positivo. Grande affluenza di pubblico sin dal mattino, con l’apertura dei lavori da parte dell’Avv. Giuseppe Saponaro, che ha tenuto agli Intermediari convenzionati un corso di aggiornamento in materia di antiriciclaggio: non solo leggi e normative ma un vero e proprio dibattito con i presenti, volto a illustrare ed evidenziare le novità del quadro legislativo di riferimento. Pranzo e poi apertura “soft” della sessione pomeridiana, con un gioco a quiz in materia di CPI.

E, dopo una breve parentesi dedicata alla Compagnia, con la presentazione dei risultati e delle novità in casa Afi Esca, tra cui, una su tutte, l’imminente partenza del progetto Académie, nonchè la cerimonia di premiazione delle eccellenze degli Intermediari della Compagnia, sempre le CPI hanno tenuto banco nel prosieguo dei lavori.

Si è svolta infatti una tavola rotonda, moderata da Enrico Pollino, Director EMF Group, sui cambiamenti in atto nel mondo delle CPI mutui, alla luce dell’emanazione della lettera Ivass e Banca d’Italia.

Tra i partecipanti ai lavori, Donato Di Stefano, Responsabile Commerciale Afi Esca Italia, Federico Cancarini, Amministratore Unico di PerTe Insurance Broker, Augusto Demicheli, Amministratore Unico di ADA, Emmanuele Menicucci, Responsabile prodotto Convieneonline.it, Igor Rossini, Direttore Generale del broker Vaance, e Angelo Spiezia, AD di We-Unit Group.

Ebbene su una cosa vi è stata opinione comune: la lettera emanata dagli organi di controllo va nella giusta direzione del consumatore, portando trasparenza su questi prodotti ancora spesso sconosciuti nel nostro Paese.

A conferma di ciò anche la tendenza dell’utente, evidenziata da Emmanuele Menicucci, a utilizzare piattaforme online per l’acquisto di questi prodotti assicurativi. Ciò significa allora che la consulenza sul cliente viene sostituita dal web? Assolutamente no, a detta di tutti gli attori in campo, la consulenza sul cliente rimane fattore ed elemento vincente per lo sviluppo di questo mercato che, ha sottolineato Donato Di Stefano, si presenta ricco di opportunità e di sviluppo.

Riproduzione Riservata PLTV