Fabio Picciolini Rubrica su PLTV

pltv_opinion_picciolini_header


Il 9 ottobre 2014 il Ministero dell’Economia e della Finanze e l’Associazione Bancaria Italiana hanno firmato il Protocollo d’intesa per il nuovo Fondo di garanzia per la casa, previsto dal Decreto Interministeriale del 31 luglio 2014 (G.U. 29 settembre 2014), dotato di Euro 650 milioni per il triennio 2014-2106.
Condizioni
Importo: L’ammontare in linea capitale del mutuo non deve eccedere Euro 250.000.
Garanzia: La garanzia sarà pari al 50% dell’ammontare del mutuo erogato.
Destinazione: Acquisto e interventi di ristrutturazione e accrescimento di efficienza energetica, di immobili, non di lusso, da adibire ad abitazione principale del mutuatario.
Beneficiari: Le persone che alla data di presentazione della domanda di mutuo non siano proprietari di altri immobili a uso abitativo salvo quelli acquisiti per successione mortis causa, anche in comunione con altri successori, e in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.
Tasso di interesse: Agevolato per le giovani coppie con almeno un componente di età inferiore a 35 anni, i nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, i giovani, di età inferiore ai trentacinque anni, titolari di un rapporto di lavoro atipico e conduttori di alloggi di proprietà degli IACP, comunque denominati. Il tasso di interesse effettivo globale, applicato per il mutuo non potrà essere superiore al tasso effettivo globale medio (TEGM) pubblicato trimestralmente dal MEF.
Ente Gestore: CONSAP (società pubblica). Compito di Consap è predisporre il manuale d’uso per l’accesso delle stesse banche all’infrastruttura telematica. Nella fase di avvio entro 30 giorni lavorativi.
Tempi di concessione: Il mutuo, ferma restando l’autonomia della banca nella valutazione della richiesta di mutuo, deve essere erogato entro 30 giorni lavorativi dal momento dell’adesione dell’intermediario all’iniziativa.
Modulistica: La modulistica per la richiesta potrà essere reperita sui siti: Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro (www.dt.tesoro.it), della Consap (www.consap.it) e degli intermediari aderenti.
Banche aderenti: L’elenco banche aderenti al protocollo è reperibile sui siti della Consap e dell’Abi.

Il Fondo, che sostituisce il precedente fondo per le giovani coppie, vuole essere un volano per l’acquisto della prima casa ancora sostanzialmente fermo sia per i soggetti beneficiari dell’iniziativa sia per le erogazioni scarse.
Il Fondo sarà utile per il rilancio del settore edilizio, tenuto conto che si prevede un effetto moltiplicatore e per tutti gli operatori, intermediari e reti per rilanciare uno dei settori più importanti dell’economia nazionale.