A Health & Medmal Insurance Summit 2019, nella sessione dedicata alla Filiera del Benessere, organizzata da FAB, si è dato spazio alla Zucca di Rocchetta, che fa parte di un progetto di difesa della biodiversità promosso da Slow Food.

In questi giorni si tiene, proprio a Rocchetta di Cengio, la manifestazione ZuccaInPiazza. 

Marcella Frati intervista Gianpietro Meinero, presidente della Associazione che sostiene la coltivazione di questa particolare zucca, diffusa a Rocchetta di Cengio, una varietà di Cucurbita maxima di colore rosso-arancio..

Si ritiene che la zucca sia giunta nel primo dopoguerra, sia per la presenza di un forte flusso migratorio della popolazione locale che in inverno stentava a trovare lavoro che per la similitudine con le zucche Rouge Vif d’Estampes.

Una confezione di zucca di Rocchetta essiccata di 30 gr corrisponde a 800 gr di zucca fresca. La Zucca di Rocchetta è inserita nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali con Decreto del Ministero delle Politiche Agricole.