Sono ormai quasi 15 anni che le reti di consulenza creditizia rivestono un ruolo importante nello sviluppo del mercato mutui in Italia.

La loro quota di mercato ha sfiorato anche il 28-30% negli anni del boom dei mutui (2006-2008), oggi si attesta intorno al 20-25%.

Tutte le grandi banche si avvalgono di Reti di Consulenza Creditizia per supportare lo sviluppo del loro business mutui, ad eccezione di Intesa Sanpaolo che da qualche anno ha invece preferito utilizzare solo le proprie filiali sul territorio.

Il modello più frequente da parte delle banche è quello di avvalersi di reti di mediatori creditizi non captive, ma non mancano anche esempi di successo di banche come Credem, Banca Popolare di Vicenza e Banca Popolare Pugliese che hanno creato al proprio interno agenzie in attività finanziaria specializzate nei finanziamenti retail.

Il mercato delle reti di consulenza creditizia appare molto variegato, anche se le reti maggiori sia in termini di volumi mutui intermediati che di consulenti in-force fra cui Kiron, Creacasa, Credipass, Auxilia Finance… detengono circa il 50% di quota di mercato.

Le grandi reti hanno subito diversi cambiamenti negli anni, soprattutto in seguito della nuova Regolamentazione (la famosa “141”) in vigore dal 2012. Tanti sono stati gli investimenti sostenuti sia per adeguarsi alle nuove regole sia per dotare la propria rete commerciale di strumenti sempre più competitivi.

Oggi ci si interroga su quello che potrebbe succedere domani…

Il mercato Italiano tenderà a seguire l’esempio inglese e quindi diventare un mercato fatto da poche grandi reti e da una varietà di operatori nicchia? Si assisterà anche in Italia ad un processo di aggregazione?

A novembre c’è stato il primo esempio: We-Unit e Altachiara Italia hanno annunciato l’operazione di aggregazione guidata da We-Unit che darà origine ad un operatore con oltre 200 consulenti attivi.

Oppure continueranno a coesistere tante grandi reti di consulenza creditizia, e con quali modelli operativi e con quali caratteristiche distintive?

Leadership Forum di domani 13 dicembre tratterà di questo argomento insieme a Andrea Cutolo, business development manager Auxilia Finance; Giampaolo Fuscaldi, coordinatore partners sinergie e mercati BNL gruppo BNP Paribas; Gianni Carullo vicedirettore generale Creacasa; Ansano Cecchini, amministratore unico Euroansa; Angela Giannicola, amministratore unico 24 Nexus; Giancarlo Vinacci, accademico

La sessione sarà moderata da Enrico Pollino, director EMFgroup.

Riproduzione Riservata PLTV – Fonte: comunicato stampa