confires9L’anno appena concluso ha visto i confidi al centro dell’attenzione del mercato e del legislatore, e questa situazione si ripropone a anche nel nuovo anno. Non è ancora ben chiaro quale sarà il loro ruolo o se, addirittura, avranno ancora un ruolo nel sistema dell’erogazione del credito alle imprese. Fatto sta che siamo ancora qui dopo nove anni dalla prima edizione dell’Evento Nazionale dei Confidi a cercare ridefinire con precisione, il ruolo dei consorzi di garanzia fidi in Italia.

Il messaggio dell’Organismo di Vigilanza sembra chiaro: si vuole meno confidi e si vogliono organizzati, strutturati e con un patrimonio sufficiente e stabile. Più attenzione al monitoraggio del credito e non parliamo del deteriorato, ma del bonis. Organizziamoci prima dell’irreparabile! Della stessa idea sembrano essere le Regioni che spingono per l’unificazione dei confidi in unici Consorzi a natura Regionale. Riorganizzazione! Sembra che il motto sia questo. Si è tanto parlato negli ultimi anni di decadenza del sistema confidi, e in parte questo è accaduto, la crisi sicuramente ha avuto le sue colpe, le banche erogano credito alle imprese con sempre più difficoltà, il Governo di sicuro non aiuta, la situazione non è delle migliori!

Ma ora siamo giunti ad un bivio! Abbiamo un ruolo preciso o non lo abbiamo! Siamo la tessera indispensabile del sistema creditizio o un appesantimento? Siamo un braccio dell’associazionismo o siamo un intermediario autonomo? Niente più scuse, dobbiamo scegliere.

Il prossimo 25 e 26 febbraio a Firenze, in occasione della nona edizione dell’Evento Nazionale dei Confidi, gli attori più importanti del settore del credito e della garanzia: Banca d’Italia, MISE, FEI ci illustreranno le misure pubbliche attuate a sostegno del settore. Ascolteremo le testimonianze dirette di due importanti Confidi, Neafidi e Unifidi…, di ABI e Assoconfidi rispettivamente rappresentanti del settore Banche e Confidi, ASSILEA e la Camera di Commercio di Milano per le imprese. Il pomeriggio sarà dedicato alle aziende che lavorano per dare sostegno ai Confidi nel loro lavoro, che completano e supportano il lavoro dei consorzi. Ascolteremo, quindi, Intesa Sanpaolo e Unicredit per il lato banca e CRIF e CERVED per il rapporto con il mercato.

Il giorno prima, mercoledì 25 febbraio, presso i saloni di Villa Montalto, avremo la possibilità di ascoltare le testimonianze di quattro confidi ispezionati negli ultimi mesi da Banca d’Italia e di due confidi ex art 112 TUF. Avremo occasione di confrontarci su un tema molto attuale, il monitoraggio del credito in bonis.

Il prossimo 25 e 26 febbraio ci aspettano due giornate intense e ricche di argomenti interessanti per chi opera nel settore del credito e delle garanzie. Chissà che non individueremo la strada giusta da percorrere.

Per informazioni e iscrizioni: confires.resgroup.it

Sponsor iniziativa: Galileo Network, CRIF, Cerriana Spa, Dedagroup, Memar, Sixtema, Intesa Sanpaolo, Cassa di Risparmio di Firenze, PLTV.

fonte: Comunicato Stampa Confires