Semestrale Credipass: in soli sei mesi raggiunti i volumi intermediati in tutto il 2015 e punta a quota Euro 500 mln per fine 2016

CONDIVIDI

PLTV ha raccolto i risultati chiave della Semestrale 2016 di Credipass, che include anche le società controllate e partecipate dalla holding Hpass e i commenti del suo amministratore delegato Stefano Grassi (nella foto).

Stefano Grassi - CredipassIl 2016 si sta rivelando un anno eccezionale per Credipass, società di mediazione creditizia costituita nel 2010, e con sede a Bergamo.

“Ormai da alcuni anni, Credipass si è accreditata come una delle società più importanti del mercato, un benchmark di successo per il settore.

Al 30 giugno 2016,” – spiega Stefano Grassi a PLTV – “l’azienda ha prodotto un intermediato che corrisponde a quello che è stato fatto in tutto l’anno 2015 (che già era stato l’anno più importante della società).”

“Credipass” – continua Grassi – “oggi si posiziona fra i top players del mercato, conquistando in pochi anni una reputation ormai indiscussa e apprezzata sia da parte delle banche che del mercato e una brand identity forte e riconosciuta“.

I risultati di Credipass nel 2016 in dettaglio

Credipass punta ad intermediare finanziamenti per oltre Euro 500 milioni a fine 2016.

In particolare tassi di crescita per area di prodotto al 30 giugno 2016:

  • mutui +93%
  • incarichi +140%
  • prestiti personali +96%
  • cessioni del V +45%
  • polizze assicurative (stand alone) +49%
  • rete family broker: 327 oltre 24 pronti ad entrare…

La forza vendita dovrebbe attestarsi a fine anno, prudenzialmente, tra i 350 e i 400 family broker, organizzati verticalmente, con una conduzione manageriale e fidelizzante che ne limita il turn over.

Tra i tanti ‘nuovi acquisti’ degli ultimi sei mesi merita una citazione Maurizio Visconti, top manager di grande e riconosciuta esperienza (già direttore commerciale di banche importanti come Abbey National, Macquarie, Barclays e Banca Per La Casa) inserito in Credipass con il ruolo di ‘responsabile sviluppo rete’.

Il segreto del successo di Credipass? PLTV lo chiede a Stefano Grassi

“È certamente da ricercare in una combinazione di fattori” – continua il dottor Grassi –  “tra i quali difficilmente si può annoverare la fortuna… ci vorrebbe troppo tempo per raccontarli come si conviene, dico solo che è piacevole vedere che tante delle cose che abbiamo inventato e realizzato con competenza, professionalità e fantasia, vengano progressivamente emulate dagli altri mediatori. Ad esempio, l’operatività della rete è molto efficiente, con un controllo e una progettualità che sono garantiti da una tecnologia innovativa e unica per il settore, grazie agli importanti investimenti effettuati e da una presenza costante e assidua da parte di un top management tra i più qualificati, per know how ed expertise.

I nostri risultati” – conclude Grassi – “sono sorprendenti non solo per il volume che rappresentano, ma anche per la velocità e la qualità degli stessi… ma l’obiettivo più importante che abbiamo conseguito è senza dubbio il forte senso di appartenenza che si è saputo generare nella rete e anche nei dipendenti.

Risultati 1° semestre 2016 società controllate e partecipate dalla holding Hpass

bpassBPASS (società controllata da Hpass)

Broker assicurativo specializzato nella offerta protection. Il numero di polizze stand alone collocate ha registrato un tasso di crescita vicino al 50%. Si tratta in particolare di polizze vita del tipo temporanee caso morte, di polizze infortuni e di coperture perdita di impiego.

casashareCasashare (società partecipata da Hpass)

Active Finder immobiliare innovativo per il settore immobiliare, che conta ad oggi 507 contratti in abbonamento, fatti in poco più di 9 mesi e che punta nel prossimo futuro a quota 1.000 contratti.

“Un miracolo” – spiega Stefano Grassi – “se pensiamo che in un momento non felicissimo del settore immobiliare, noi stiamo aggregando agenzie al ritmo di 100/150 al mese, è evidente che la Tecnologia Innovativa di Casashare ha un valore riconosciuto e rivoluzionario per gli operatori!

Importante è stata certamente la vena creativa e tecnologica del fondatore, Massimiliano Pochetti, combinata con la conduzione esperta e sapiente di Enrico Quadri che sta mettendo in piedi una rete di Specialisti, ben condotta da Antonio Marletta che, in forza di anni di esperienza maturati dapprima in Gabetti, e poi in Barclays, riesce a combinare aspetti immobiliari e finanziari come pochi altri che io abbia conosciuto.”

© Riproduzione Riservata PLTV

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here